Comunità e sviluppo sostenibile, lo standard per le aree urbane

Comunità e sviluppo sostenibile, lo standard per le aree urbane

 
2 agosto 2014

È il nuovo ISO 37120:2014 (Sustainable development of communities — Indicators for city services and quality of life), che nasce con lo scopo di migliorare la qualità della vita puntando alla sostenibilità.
Il nuovo Iso si presenta come modello di riferimento per le città, nelle quali si stima che nel 2050 vivrà il 70% della popolazione mondiale.green3

Grazie al nuovo modello ISO le aree urbane avranno degli standard quanto a performance e sistemi di misurazione costante in termini di progresso, tenendo come obiettivi qualità della vita e sostenibilità. Questo approccio consente alle città di confrontarsi reciprocamente e identificare le best practice in ottica di miglioramento.

green2La norma è la prima nel suo genere e copre una serie di aree quali, economia, educazione, energia, ambiente, finanza, risposta alle emergenze, governance, salute, svago, sicurezza, rifiuti, telecomunicazioni e innovazione, trasporti, pianificazione urbana, acqua e servizi igienici. Una panoramica esaustiva dei diversi servizi offerti dalle città.

Numerosi anche i benefici che si stimano in termini di efficienza di governance e consegna dei servizi erogati, benchmark e target internazionali, confronto virtuoso tra città in ottica di miglioramento, trasparenza e open data per i nuovi investimenti, pianificazione sostenibile, dati confrontabili per i decision maker.

www.iso.org
www.ambienteinrete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *