Luce al centro della settimana della mobilità sostenibile

Luce al centro della settimana della mobilità sostenibile

 
19 settembre 2014

Luce e mobilità sostenibile? L’illuminazione pubblica può influenzare le modalità di fruizione di una città? Ne parliamo con l’avv. Matteo Cavatton, assessore all’Ambiente del Comune di Padova.

padovaAYL: Come mai la città di Padova ha aderito alla settimana della mobilità sostenibile?
MC: Padova ha sempre aderito alla settimana della mobilità sostenibile fin dalla sua prima edizione nel 2002. Si tratta di in evento internazionale che lo scorso anno ha coinvolto 1931 città di 47 paesi diversi, con un totale di 8.623 misure permanenti implementate: infrastrutture per l’uso della bicicletta, zone 30, integrazione del trasporto pubblico, buone pratiche per la mobilità sostenibile. Si tratta di un evento rilevante che dà la possibilità di agire sia sul piano tecnico che sulla sensibilizzazione dei cittadini; in particolare pone l’obiettivo sull’incidenza dei comportamenti dei singoli sulla mobilità della città e quindi sulla qualità della vita di tutti. Il tema di quest’anno “Le nostre strade, la nostra scelta” porta la riflessione sugli effetti del trasporto sulla qualità della vita (inquinamento dell’aria, stress, tempi di vita) e su come potremmo riutilizzare lo spazio lasciato libero dalle auto.

AYL: Quali sono le iniziative in programma per la settimana?
MC: Le iniziative si svolgono nel corso della settimana e riguardano informazione ed educazione rivolta ai cittadini, ma anche scambi con città europee. Il programma può essere scaricato all’indirizzo:www.padovanet.it e culmina con la domenica ecologica del 21.9 che prevede iniziative tutta la giornata in Piazza dei Signori dalle ore 10.00 alle ore 19.00 nello specifico evidenzio gli stand informativi del Settore Ambiente e Infomobility.

mobilità-sostenibileAYL: Terminata la settimana della mobilità sostenibile, cosa resterà dell’evento?
MC: Sicuramente resteranno le misure strutturali che la Comunità Europea ci chiede di realizzare e che per Padova sono:
– messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e ciclabili di via Cernaia e via S. Marco oltre all’ampliamento della rete ciclabile di 3 km nel 2013 giunta ad un totale di km 162 al 31.12.2013. Per il 2014 sono in corso la realizzazione di nuove piste ciclabili per un totale di 3,5 km.
– le informazioni e attività rivolte ai giovani raggiunti con i progetti di educazione ambientale nelle scuole.

AYL: Quali risultati si aspetta dalla settimana della mobilità sostenibile?
MC: Maggiore sensibilizzazione della cittadinanza in particolare sul tema dell’inquinamento dell’aria che come noto nella nostra città è dovuto in larga parte al traffico privato.
Aver diffuso materiali ed informazioni che possano stimolare riflessioni e cambiamenti di comportamento nella mobilità personale.

AYL: L’illuminazione pubblica può giocare un ruolo determinante nel favorire la mobilità sostenibile dei cittadini?
MC: La gestione della pubblica illuminazione, soprattutto con le possibilità offerte dalle nuove tecnologie, può permettere interventi che facilitano la mobilità pedonale e ciclabile della cittadinanza soprattutto nei quartieri residenziali. Un illuminazione pubblica più efficiente ed affidabile, oltre a produrre effetti economici diretti grazie al risparmio energetico, può consentire miglioramenti indiretti grazie ad esempio alla riqualificazione di zone urbane, direttamente collegata alla mobilità sostenibile: un’illuminazione efficace valorizza monumenti e l’architettura della città e fornisce un valore aggiunto per i cittadini, incentivati grazie anche a questo a non utilizzare l’auto, soprattutto per i piccoli spostamenti, e ad usare la bicicletta o andare a piedi, contribuendo quindi a migliorare la qualità della città.

mobilità-sostenibile

Photo by Simpio96

 

www.mobilityweek.eu
www.padovanet.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *